.245.

Il gattino è ancora nascorso, ma continua a mangiare. Da Domani il cibo lo sposto verso l’uscita della cantina.

Anche perchè mi hanno appena dato conferma che mi stanno portando il secondo gattino, come da progetto iniziale.

E adesso? Come faccio? Uno nascosto sotto la cantina e l’altro in casa?

.244.

Dopo la morte della gatta, mi sono convinto a prendere altri due gattino. Avendo cantina, giardino e un paio di case con giardino abbandonate vicino casa, praticamente è impossibile restaresenza.

Dopo un paio di settimane di ricerca, sono riuscito a trovarne uno. Lo ha trovato un’amica nel motore di una macchina, spaventatissimo. L’ho preso io. Ma avevo sottovalutato il suo stato di terrore. Appena lasciato nel giardino, ha cominciato a scappare ovunque, si è lanciato sotto la cantina (un’altezza di più di un metro e mezzo), sono riuscito a seguirlo, e lo ho visto infilarsi sotto la legna, al sicuro. Questo è successo due giorni fa. Non sono più riuscito a vederlo.

Gli lascio il cibo, quindi so che mangia, sono tranquillo, so che non è rimasto bloccato. Solo che aspetta che me ne vada io per uscire e mangiare.

Devo studiare qualche strategia per riuscire a prenderlo.

Devo portargli il mangiare e chiamarlo, in modo che cominci a collegare la mia voce al cibo. E mettergli ogni volta il cibo un po’ più lontano, fino all’ingresso della cantina, in modo almeno da cominciare a vederlo mangiare.

Poi, col tempo (speriamo non troppo), dovrei riuscire a prenderlo e coccolarlo, per fargli passare un po’ la paura.

.243.

L’acido lattico è passato, perciò ieri mattina sono andato a correre di nuovo, bissando senza problemi i trenta minuti dell’ultima volta.

Adesso bisognerà riprendere continuità, ricominciare a correre a giorni alterni, mantenere il ritmo, sempre e comunque

.242.

Lunedì scorso, approfittando del ponte, ho provato a ricominciare a correre, per vedere se il dolore al piede si ripresentasse o meno.

Non avevo obbiettivi di distanza o durata, solo una corsetta rilassante, ristoratrice (potrà sembrare strano, ma chi corre mi capisce).

Sono andato ben oltre le mie aspettative.

Sono riuscito a correre 30 minuti, 4 km, lasciandomi trasportare dall’entusiasmo, ben sapendo che sarei stato vittima di acido lattico i prossimi giorni (mi succede sempre ogni volta che riprendo a correre).

L’acido lattico si fa ancora sentire, a distanza di tre giorni.

Ma sono soddisfatto. Sabato o domenica vado a correre sulla litoranea, e appenna terminato l’allenamento mi faccio un bel tuffo!

.241.

Ok, deciso.

Prossimo acquisto: reflex digitale.

La compatta stenta, dato che devo comprarne una nuova, faccio il salto.

Ora però devo decidere il modello. Ovviamente una entry level, sempre di me si tratta!

Tra nikon e Canon sceglierei…..Pentax!

Sono affezionato alla mia K1000 manuale, affidabile, senza fronzoli.

Tra l’altro, parlando di modelli base, la scelta sarebbe tra Nikon D3200, Canon D1200 e Pentax K500.

Le differenze sostanziali ci sono: Canon e Nikon sembrano più plasticose, mentre Pentax sembra più robusta.

Inoltre, una differenza sostanziale è all’interno: Canon e Nikon hanno il pentaspecchio, Pentax il pentaprisma (e non è roba da poco).

Qualitativamente stiamo sempre parlando di giocattoli, però il pentaprisma è tanta roba.

Altro vantaggio della Pentax: non ha cambiato l’attacco degli obbiettivi. Praticamente, a quanto sto capendo, potrei utilizzare i miei vecchi obbiettivi manuali (ovviamente, senza autofocus).

Qualcuno di voi ce l’ha già? Può darmi conferma?