.196.

Ieri una domenica anomala, caldo mattina e fresco il pomeriggio, con il pranzo stranamente organizzato all’ultimo momento. Cosa mangiare? Cosa cucinare?

Niente panico.

Cerco tra i vari supermercati/pescherie aperti un paio di tranci di salmone.

Per il resto, ho tutto.

Un trancio lo uso per la pasta.

Soffritto di cipolla, poi ci metto il trancio sbriciolato a cui ho tolto la pelle e la spina centrale, non appena cambia colore ci butto dentro un po’ di brandy, faccio sfumare tutto e poi ci aggiungo pomodorini tagliati a pezzi e spolverata di pepe. Senza panna, questa volta, voglio rimanere un po’ più leggero. Trafila di pasta: fusilli.

Il secondo trancio lo lascio intero. Un filo di olio in una padella, metto il trancio di salmone, un po’ di sale, lo giro un paio di volte, per richiamare il primo lo faccio sfumare col brandy (o vino bianco), e poi, tocco a sorpresa, il succo di una arancia. Abbondante. Lo zucchero presente nel succo si caramella, creando un bell’effetto cromatico, oltre che di gusto. Spolverata di pepe finale.

Soddisfatto alla fine del pranzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...