.181.

Oggi avevo deciso di cambiare, di andare a correre in campagna, su strade bianche. Perciò prendo la macchina, e parto verso il percorso che avevo studiato su gmap, una vecchia proprietà militare abbandonata da chissà quanto, con vegetazione, vecchie costruzioni. Perfetta. Arrivo, e la prima entrata è accupata da una mandria di pecore al pascolo. Vabbè, poco male, mi dico, tutti hanno libero accesso qui, vado più avanti e entro dalla seconda entrata. Senonchè, la seconda entrata era stata chiusa con dei mucchietti di terra. Qualcosa non quadra. E tutto diventa ancora più strano quando noto un tizio su un trattore che stava arando all’interno dell’area militare. Ma come è possibile?
Vabbè, niente panico, piano B. Un boschetto praticamente di fronte. Giro per la strada che porta al boschetto, è noto che è completamente allagata. Che paese di merda!!!!!!!!!
Non ho alternative: troppo tardi per andare al mare, mi tocca andare sulla tristissima pista ciclabile, senza neanche un filo di ombra. Arrivo, ovviamente innervosito per il tempo perso, per il fastidio al polpaccio, per la congiuntivite. Parcheggio, cammino un po’, tempo che Endomondo si connetta al GPS, e parto. Il fastidio si fa sentire, ma poi mi ricordo che per il nervoso il lettore mp3 è rimasto in macchina!! Non posso tornare, avrei perso altro tempo, continuo, e non penso più al dolore, che intanto passa, concentrandomi solo sul passo e sul respiro. Arrivo alla fine della pista, faccio un giro di una piazzetta (finalmente un po’ di fresco) e riprendo la ciclabile. Il nervoso viene espulso insieme al sudore, più tempo passa più mi rendo conto che aumentando la stanchezza aumenta anche la serenità.
Allenamento finito col sorriso (stiamo parlando sempre di 3 km e mezzo, eh!), nervosismo passato, sensazione di benessere.
Che si può chiedere di più?

Annunci

4 pensieri su “.181.

  1. A volte mi piacerebbe davvero tanto che anche per me fare corsa (o anche palestra ecc) fosse fonte di serenità, ma io mi innervosisco solamente ed è una cosa ormai straprovata.
    Magari puoi tornare in altri momenti in quella vecchia proprietà, senza pecore di mezzo!!

  2. Beh si può sperare in una nuova pista ciclabile all’ombra o in unovo itinerario tra le camapgne della periferia. Possibile che dalle tue parti non ve ne siano?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...